immagine articolo

Cronaca

Rifiuti inerti alla ex cava Petrianni a Sezze: il commissario prefettizio ordina la rimozione

di Lidano Orlandi

16 aprile 2021

Trenta giorni di tempo per liberare l’area ‘senza arrecare danni alle evidenze archeologiche presenti’.

E’ l’invito, piuttosto energico, rivolto dal commissario prefettizio di Sezze, Raffaele Bonanno, ai proprietari della ex Cava Petrianni attraverso una ordinanza sindacale. Nell’area, infatti, sarebbero presenti rifiuti che vanno rimossi. Il costo dell’intervento dovrà ricadere interamente sui proprietari della ex cava e dovrà essere portato a termine, come detto, entro 30 giorni. Inoltre, l’avvenuto intervento dovrà essere comunicato alla Soprintendenza dei Beni Archeologica Belle Arti e Paesaggio – MIBAC, Regione Lazio – Direzione Capitale Naturale più Parchi e Aree Protette – Area Tutela e Valorizzazione dei Paesaggi Naturali.

Un ‘invito’, quello del commissario, che va a recepire una nota, arrivata in comune il 18 marzo scorso, dai funzionari della Regione, che si sono recati presso il sito del “Monumento Naturale Fosso Brivolco” rilevando “movimenti di terra effettuati di recente che hanno determinato l’accumulo di accumuli di notevoli dimensioni costituiti in larga parte da rifiuti inerti”.

logo icona latinaquotidiano

correlati

virgolette

Guarda
l'ultima puntata
di Radar

virgolette
logo icona latinaquotidiano

Opinione

logo icona latinaquotidiano

Correlati

logo latinaquotidiano

LatinaQuotidiano.it giornale di approfondimento economico politico associativo sulla provincia di Latina.

anso logouspi logo

LatinaQuotidiano.it è associato ANSO.

Editore: Net In Progress S.R.L

News più lette

© Copyright 2021 - LatinaQuotidiano. Tutti i diritti riservati. Testata registrata presso il Tribunale di Roma n.43/2016 del 9 marzo 2016